FROM ANGER TO LOVE. AND IN THE MIDDLE, SOME LENTILS AND PECORINO.

21 aprile 2013 § Lascia un commento

_MG_0017

Mi sono seduta pensando che avrei parlato di rabbia. Quella rabbia mista a delusione, mista a dolore, che ti fa alzare e ti fa dire ‘ah sì? ma vaffanculo!’. Quella rabbia che diventa forza motrice, che si trasforma in energia creativa, che ti fa vibrare il sangue e ti rende impossibile stare ferma a guardare e ti spinge a fare, a muovere quelle membra, ad usare le mani non per ferire e annientare ma per inventare e produrre. Quella rabbia che mi ha fatto aprire il frigorifero e mi ha fatto dire ‘vabbé, faccio con quello che ho!’. E mentre sei lì che guardi i ripiani semivuoti, e la tua mente in realtà è altrove, è lì che si sta ponendo domande sull’amicizia, sulla coerenza, sull’ipocrisia e la falsità, le tue mani arraffano istintivamente qualcosa e quando finalmente torni a guardare quello che hai appoggiato sul tavolo, carote, cipollotti, aglio, lenticchie, pecorino, ti stupisci pensando che con quel poco, puoi fare qualcosa di molto buono. Che in fondo quello di cui avevi bisogno, ce l’avevi già lì, sotto agli occhi, senza il bisogno di andare a cercare molto più in là. Che quello che hai già, spesso, ti basta.

Mi sono seduta pensando che avrei parlato di rabbia. E invece mi sono girata e il mio sguardo si è posato casualmente su un libro, piccolo, ‘Insomnia’ di Henry Miller, la mia mano si è allungata e l’ha afferrato, non me lo ricordavo, l’ho aperto e sono rimasta colpita dalle prime frasi che ho letto.

‘Ci sono limiti al dare? Si puo’ sanguinare per sempre?’.

‘Se ami devi credere, e se credi, capisci e perdoni’.

Un piccolo libro che parla di amore, del suo potere salvifico, di un uomo innamorato, di sentimenti, passioni. E via via che scorro le pagine, mi colpiscono tutte quelle parole sentite sull’amore, mi stupisco nel leggere così tante verità, mi rispecchio in un Miller diverso, e nel suo amore per una giovane donna giapponese. Nell’angoscia che alla fine egli trasforma in acquarelli. Nella potenza dei sentimenti che, quando vengono attraversati, portano alla vita. Nell’amore che non chiede nulla in cambio. Sono rapita da tutto ciò che riesce ad esprimere in poche pagine, parlando di demoni, innocenza, miracoli, paradiso, Buddha e Gesù, ciglia finte e piano bar. Musica e bellezza. Silenzi, assenze e lontananze. Sorrisi. La sola cosa che conta è la ricerca dell’unico e insostituibile, l’altra metà, la metà mancante. E’ vivere l’amore come il fiore vive la bellezza. Aishiteru significa ‘ti amo’ in giapponese, ma non viene quasi mai usato per la sua immensa importanza. Alla fine mi sento completamente avvolta dall’amore scaturito da queste parole. E ascoltando Elizete Cardoso, sono seduta qui a scrivere, di rabbia che inaspettatamente diventa amore. Che era già lì, di fianco a me.

L’amore non deve implorare e neppure pretendere. L’amore deve avere la forza di diventare certezza dentro di sé. Allora non è più trascinato, ma trascina.”  Herman Hesse

SPAGHETTI INTEGRALI CON LENTICCHIE, CIPOLLOTTI E PECORINO

2 cipollotti

1 carota

2 spicchi d’aglio

alloro

peperoncino

olio-sale-pepe

lenticchie

vino bianco

pecorino

spaghetti integrali

Pelare e tagliare a pezzetti piccoli la carota. Pelare e affettare sottilmente i cipollotti. Soffriggere in una padella con dell’olio, l’aglio, la carota, i cipollotti. Sfumare col vino bianco. Aggiungere il peperoncino e le lenticchie. Io ho usato quelle in barattolo precotte. Voi quelle che preferite, ma ovviamente dovete considerare i tempi di cottura diversi. Aggiungere l’alloro e un mestolo di acqua bollente, salare, pepare, coprire con un coperchio e cuocere a fuoco basso. Nel mentre portare a bollore l’acqua e cuocere gli spaghetti. Quando saranno cotti, scolarli e condirli con le lenticchie, un filo d’olio extra vergine d’oliva e un’abbondante grattugiata di pecorino.

_MG_9972 _MG_9976 _MG_9983 _MG_9986 _MG_9994

_MG_0003

_MG_0006

_MG_0021

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo FROM ANGER TO LOVE. AND IN THE MIDDLE, SOME LENTILS AND PECORINO. su Sweet Frangipane.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: