LESS IS BETTER THAN MORE.

29 aprile 2013 § Lascia un commento

_MG_0084

A volte bisogna fermarsi e togliere. Eliminare. Alleggerirsi. Allontanarsi. Tagliare. Lasciare. Digiunare. Il digiuno è una pratica sostenuta da diverse religioni e ricerche scientifiche, spiritualità e medicina che vanno a braccetto sul fatto che astenersi dal cibo per un periodo limitato aiuta a stare meglio, sia fisicamente che mentalmente, aiuta ad essere più concentrati, focalizzati, energici, presenti, per contraddizione, ‘vitali’. D’altronde, dopo il cenone di Natale, non ci si mette a scalare l’Everest…! Attraverso il digiuno realizzi quanta carica e forza contiene il tuo corpo, nascoste lì da qualche parte, ma comunque presenti anche quando non vengono nutrite dal cibo. A volte eliminando ciò che ci sembra indispensabile alla nostra sopravvivenza, si fanno delle piacevoli scoperte. A volte allontanandosi, si riescono a vedere le cose più da vicino. A volte tagliando il superfluo, ci si alleggerisce di quelle zavorre che ci tenevano incatenati al suolo. Ridurre per attivare. Liberare per svelare. Potare per far rinascere. Arrivare all’essenziale per espandere. Può sembrare un paradosso. Come una torta senza burro e tuorli. Una torta buona intendo. Che racchiude nel mezzo un tripudio di crema pasticcera e frutta, di gusto e colore, esaltati dalla semplicità di ciò che li avvolge. E a volte è proprio così: per arrivare a quel cuore, dolce, ricco, profumato, e gustartelo a fondo, devi circondarti di leggerezza, inconsistenza ed essenzialità. Devi creare il vuoto.

ANGEL FOOD CAKE

85 gr farina setacciata

5 albumi

1 cucchiaino lievito in polvere

90 gr zucchero a velo

1 bacca di vaniglia

1 limone grattugiato

1 cucchiaino essenza di mandorla

1 cucchiaino di cremor tartaro o aceto di vino o succo di limone

CREMA PASTICCERA

5 tuorli

150 gr zucchero

50 gr farina setacciata

1 limone

500 ml latte intero

fragole

mango

cocco grattugiato

Imburrare e infarinare una tortiera da 20 cm. Prescaldare il forno a 160°C. Mescolare in una bacinella farina, zucchero a velo, lievito e aromi, e mettere da parte. Montare a neve fermissima gli albumi col cremor tartaro (o l’aceto o il succo di limone). Amalgamare la miscela secca agli albumi molto delicatamente, mescolando con la mano o una spatola dal basso verso l’altro molto lentamente. Versare il composto nella tortiera e cuocere per circa 50 minuti. Estrarre dal forno a cottura ultimata, far raffreddare e sformare la torta su una graticola.

Per la crema pasticcera, mettere il latte in un pentolino sul fuoco con alcune buccette di limone (attenzione a non tagliare anche la parte bianca della buccia perché è amara) e portare a ebollizione. Mescolare bene con la frusta tuorli e zucchero finché il composto non si sarà schiarito (sbiancare). Questo serve a evitare la formazione di grumi durante la cottura della crema. Aggiungere la farina setacciata e mescolare bene. Quando il latte è arrivato a ebollizione, versarlo sul composto e mescolare bene. Rimettere il tutto nel pentolino sul fuoco basso e mescolare finché la crema non comincerà ad addensarsi. Anche se a prima vista può sembrare che si stiano formando dei grumi, non preoccuparsi e continuare a mescolare finché la crema non comincia a bollire. A quel punto togliere dal fuoco e versare in una teglia o piatto, coprire con la pellicola a contatto della superficie della crema per evitare che si formino crosticine, e mettere a raffreddare.

Nel frattempo, tagliare le fragole, il mango e mescolare tutto con il cocco grattugiato. Potete sostituire la frutta con quella che preferite. Tagliare in due la torta e farcirla con la crema pasticcera e la frutta, e cospargerla di zucchero a velo. Lasciare riposare la torta in frigo per un po’, e poi gustatevela a cuor leggero.

_MG_0031_MG_0057_MG_0069_MG_0030_MG_0074_MG_0094_MG_0029_MG_0111_MG_0121_MG_0124_MG_0028_MG_0152_MG_0166_MG_0227_MG_0027_MG_0253

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo LESS IS BETTER THAN MORE. su Sweet Frangipane.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: