GREEN THUMB AND BROAD BEANS PESTO.

10 giugno 2013 § Lascia un commento

_MG_1272_MG_1190

Non ho mai avuto il pollice verde. O almeno l’ho sempre creduto. In realtà non mi sono mai veramente applicata. Non sono mai stata attirata dalla cura dei fiori e delle piante, dal giardinaggio sul balcone di casa. Mai. Solo qualche mazzo di fiori recisi immerso nell’acqua di un vaso, che quando ormai sono secchi e flosci, puoi tranquillamente buttare senza sentirti in colpa, perché era comunque inevitabile che succedesse, era il loro destino. Ma le piante che affondano le radici nella terra ti fanno sentire in colpa perché se muoiono, è colpa tua che non le hai curate abbastanza. Ho fatto morire anche le piante grasse, e quello è stato un brutto colpo. Le varie piante di basilico che si sono susseguite sul balcone, non hanno avuto sorte migliore. E quindi all’inizio dell’autunno, ho ripulito per bene il mio balconcino, ho buttato tutto quello che non era necessario, piante morte comprese, lasciandone solo un paio che nemmeno una bomba atomica potrebbe ammazzare, e l’ho lasciato così, essenziale, per tutto l’inverno. Fino all’altro giorno. L’altro giorno non so cosa mi sia successo, ma mentre lavavo il pavimento, l’ho guardato, così vuoto e spoglio, e ho avuto la visione di un’esplosione di petali e di colori. Ho avuto il desiderio di avere delle piante di cui prendermi cura. Incredibile. E la mattina seguente, sono andata al mercato a prenderle. Riuscirò a non farle subire la stessa triste fine di tutte le altre che le hanno precedute? Riuscirò ad essere costante nel prendermene cura, e nell’amarle? Riuscirò a non dimenticarmi che hanno bisogno di acqua, e che sono io a doverle annaffiare e nutrire, se voglio continuare a godere dei colori dei loro fiori? Non so perché, ma ho il sospetto che queste stesse domande potrei farmele anche per altri aspetti della mia vita… E’ quasi una sfida con me stessa. Impara a curare, ad amare, a tenere vivo un piccolo fiore, e magari sarai in grado di farlo anche per qualcosa di più grande.

Ah, la ricetta del pesto di fave non c’entra nulla con questa storia, ma è verde, come il pollice che finora mi è mancato, ed è veramente buono. E questo a volte basta e avanza.

SPAGHETTI AL PESTO DI FAVE

180 gr fave fresche

la scorza di un limone grattugiata

una manciata di pinoli e mandorle

qualche foglia di menta fresca

parmigiano o pecorino

olio

sale

Pulire e lessare le fave in acqua bollente per 7/8 minuti. Scolarle e togliere le bucce. Metterle in una ciotolina con le mandorle, i pinoli, le foglie di menta, la scorza del limone grattugiata, un’abbondante grattugiata di parmigiano (o pecorino a piacere), olio e sale, e lavorare col minipimer, aggiungendo olio se necessario. Nel frattempo avrete messo a bollire l’acqua per gli spaghetti e li avrete anche cotti, e a questo punto potete anche scolarli, tenendo a parte un mestolo di acqua di cottura. Condire la pasta col pesto, qualche cucchiaio di acqua di cottura, qualche pinolo, una grattugiata di limone e una di parmigiano. Ah, se ve ne avanza, il pesto è ottimo anche così sul pane o direttamente dal cucchiaio…….

_MG_1118_MG_1105_MG_1126IMG_1136IMG_1148_MG_1155IMG_1157_MG_1177_MG_1277_MG_1179_MG_1284

Annunci

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo GREEN THUMB AND BROAD BEANS PESTO. su Sweet Frangipane.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: